Berlusconi pigliatutto

di Pancho Pardi - 06/05/2010
Argomento inevitabile. Trattazione ripetitiva. Ma ineludibile.

L'interim di Berlusconi nel ministero appena lasciato dal penoso Scajola rappresenta, per ora, il più esplicito compimento del suo conflitto d'interessi. Ora è ministro delle decisioni che insistono direttamente sulla sua proprietà.

Il conflitto principale stava già nel doppio carattere di proprietario delle reti private e di titolare del potere politico. E non solo perché da quel ruolo esercita un controllo stringente sulle reti pubbliche. Ma perché in nessuna parte al mondo chi ha un ruolo decisivo nella comunicazione può esercitare il potere politico.

Ma il ruolo di ministro anche della "cosa sua" aggiunge un tono grottesco che dà il tocco finale al perfetto degrado della democrazia italiana.

29 aprile 2013

Costruiamo l'alternativa al governo Berlusconi

Giorgio Cremaschi-www.micromega.net
13 marzo 2014

Quello che non c'è

Francesco Baicchi
30 aprile 2013

La coerenza

Francesco Baicchi

LIBERACITTADINANZA
ACIREALE

Il blog di Stefania Sarsini
I DIRITTI DEGLI ANIMALI

Preghiera degli animali all’uomo
"Massimo Villone - Regionalismo differenziato o secessione occulta?"