Tu sei qui: Portale » Articoli » Matteo Renzi: oggi a giudizio per ingiurie all'oncologa

Matteo Renzi: oggi a giudizio per ingiurie all'oncologa

La diossina emessa dagli inceneritori provoca un aumento dei tumori nella popolazione

«Aspirante alchimista! Apprendista Maga Magò! Vergogna!» con queste parole Matteo Renzi appellava la stimata oncologa Patrizia Gentilini, rea, agli occhi dell'enfant prodige del PD, di aver dichiarato, forte delle risultanze scientifiche internazionali, che la diossina emessa dagli inceneritori provoca un aumento dei tumori nella popolazione, il tutto in diretta tv, agli inizi del 2008, su Canale 10. Oggi, 24 febbraio 2009, Matteo Renzi non si è presentato al Tribunale di Firenze che lo ha citato in giudizio per ingiurie alla professoressa Gentilini e per le quali quest'ultima ha chiesto un risarcimento per danni morali ed esistenziali di 250.000 euro da destinarsi alla ricerca scientifica.

"Matteo Renzi si presenti dal magistrato giudicante - commenta Ornella De Zordo, consigliera comunale di Unaltracittà - Non abbia paura alcuna. In uno stato di diritto chi è innocente non viene punito. Potrà allo stesso tempo dimostrare scientificamente come le diossine non provochino tumori nella popolazione e pertanto garantire la costruzione in tempi brevi del nuovo inceneritore della Piana fiorentina. Sempre che dimostri di aver ragione e di non aver denigrato e offeso la professoressa Patrizia Gentilini alla quale va tutta la nostra stima oltre che la solidarietà dovuta".

Azioni sul documento
Le spese militari italiane
spiegate in 4 minuti


Felice Besostri spiega
i requisti per una legge
elettorale costituzionale


Attuare la Costituzione
Luciano Barra Caracciolo


Paolo Maddalena
Intervistato
da Giulietto Chiesa


Paolo Maddalena
Attuare la Costituzione