Omofobia, fascisti di Casapound staccano un orecchio a un uomo gay: aperta un'inchiesta

di Redazione - globalist.it - 10/01/2020
L'omofobia è sempre stata un'orribile concezione della destra fascista. Non a caso, il 27 gennaio, giorno della memoria, oltre ad ebrei, rom, oppositori politici, si ricordano gli omosessuali trucidati dai nazisti. Quello di Lecce è un fatto orribile, che dovrebbe essere noto a tutta la collettività nazionale, per diventare monito circa la possibilità tramite la quale tali personaggi, dichiaratamente assassini, possano governare questo paese, fieri alleati come sono di Matteo Salvini! Lino D’Antonio - Napoli

Un'orrenda aggressione omofoba a Lecce, dove un uomo gay è stato quasi ucciso da un gruppo di fascisti tra cui spiccano due militanti di Casapound: gli hanno staccato un orecchio e hanno poi tentato di ucciderlo. La procura di Lecce ora ha aperto un inchiesta per il fatto, avvenuto lo scorso agosto.

"Quanto accaduto è davvero inquietante - dichiara Fabrizio Marrazzo, portavoce di Gay Center - dimostra che l'omofobia non ha né differenze tra nord e sud e né differenze di ceto sociale. Purtroppo questo caso si somma alle migliaia di casi che ogni anno rileviamo al servizio di Gay Help Line 800 713 713 dove la quasi totalità delle vittime ha ancora timore a denunciare le discriminazioni e le violenze.

Serve un azione chiara da parte del Governo, siano sciolte organizzazioni come Casapound dove si alimenta l'odio verso le minoranze. Il Governo attui azioni per prevenire e contrastare l'omofobia. Quante vittime dobbiamo ancora contare?"

Questo articolo parla di:

29 novembre 2019

Le Sardine di Calamandrei

Domenico Gallo
archiviato sotto:

Il blog di Stefania Sarsini
I DIRITTI DEGLI ANIMALI

Allevamenti intensivi di pesci
"Il Cile protesta: un video che spiega bene la situazione"
"Mauro Sentimenti - Intervista sull'autonomia differenziata"

LIBERACITTADINANZA
ACIREALE