L’ineleggibile torna arbitro

di Pancho Pardi - Liberacittadinanza - 21/04/2013
Siamo sbigottiti, costernati, avviliti. Umiliati e offesi. Il PD avrebbe potuto votare Rodota ma non ha voluto.

Poi ha avuto in mano la possibilità reale di portare Prodi al Quirinale. Avrebbe significato la fine dell’avventura politica di Berlusconi e un governo capace di praticare azioni progressive. Ma cento uno dei suoi parlamentari hanno preferito riconsegnare all’ineleggibile Berlusconi l’arbitrio di condizionare la politica e il quadro istituzionale italiano.

Forse non sapremo mai i nomi degli autori. Ma sarebbe giusto e necessario saperlo. Scriverli su una tavola dell’ignominia parlamentare e dare a tutti i cittadini (e sopratutto agli elettori del PD) la possibilità di riconoscerli e disconoscerli, a uno a uno. L’articolo 67 della Costituzione assicura sì al singolo parlamentare l’esercizio del libero intendimento, ma egli dovrebbe assumersene pubblicamente la responsabilità e il cittadino dovrebbe avere la piena opportunità di valutare le sue scelte.

La rielezione di Napolitano non è un colpo di stato. È la conseguenza di un gigantesco disastro prodotto dal PD. Torna al Quirinale il principale sostenitore delle larghe intese e della necessità di un governissimo. Dunque ancora Berlusconi arbitro, salvacondotto giudiziario, ostacolo ai processi a suo carico, Rai sottomessa alla volontà del monopolista privato.

In queste condizioni non pare che la fine rovinosa del PD possa aprire chissà quale palingenesi per la politica italiana. È la sua inevitabile punizione ma tutti i cittadini di centrosinistra vengono puniti e ne subiscono le conseguenze.

Dopo venti anni di incubo, e quando si sperava di essere alla fine, l’incubo si rinnova e diventa perfino più disgustoso e senza speranza di riscatto. Che cosa accadrà se dopo un anno o due Napolitano giudicherà finito il suo compito e alle nuove elezioni vincerà il centrodestra? Chi salirà allora al Quirinale? L’ineleggibile?

Così a caldo difficile fare un’analisi fredda. Questo e il momento della tristezza più profonda.

Ci sarà concesso esprimere il disprezzo più motivato?

Centouno venduti non avrete mai il coraggio di svelarvi ma le maledizioni di tutti gli elettori di centrosinistra vi accompagneranno fino alla vostra fine.

20 giugno 2018

La governabilità è una cosa seria

Pancho Pardi - Liberacittadinanza
22 maggio 2018

Pancho Pardi: il "contratto " di Governo

Pancho Pardi - Liberacittadinanza
26 giugno 2018

La vittoria della Lega

Pancho Pardi - Liberacittadinanza
29 maggio 2018

Veto del Colle, chi ci guadagna?

Pancho Pardi - Liberacittadinanza
"Mauro Sentimenti - Intervista sull'autonomia differenziata"

LIBERACITTADINANZA
ACIREALE

Il blog di Stefania Sarsini
I DIRITTI DEGLI ANIMALI

Preghiera degli animali all’uomo