Milano e Napoli per una nuova Italia

di Pancho Pardi - 15/05/2011

Milano e Napoli hanno un significato esemplare nella politica italiana. Ma col voto di oggi e domani potrebbero assumerne uno molto diverso. A Milano il centrosinistra non governa da tempi ormai immemorabili e invece il centrodestra vi ha organizzato un sistema in cui si muovono con disinvoltura tanto Comunione e Liberazione quanto la Ndrangheta. Qui l’unica possibilità di riscatto passa attraverso il successo di Pisapia, indicato dalle primarie di coalizione. Qui Beppe Grillo, che a suo tempo aveva salutato l’entrata in politica di Berlusconi come un fatto positivo, è andato oltre il consueto adagio per cui destra e sinistra sono uguali. Ha proclamato che Moratti aveva già vinto e che il voto per Pisapia era sprecato. Così, in attesa che il Movimento Cinque Stelle conquisti la maggioranza dell’elettorato, i milanesi dovrebbero accontentarsi della sua eventuale capacità di impedire al centrosinistra di vincere. Ma il programma di Cinque Stelle è assai più lontano dal centrodestra che dal centrosinistra e quindi si può sperare che i giovani che vi si impegnano con dedizione sappiano distinguere le parti in competizione meglio del loro leader. In questo caso potrebbero dare un contributo essenziale all’innovazione di tutta la politica nel nord d’Italia.

Al contrario di Milano, a Napoli il centrosinistra ha governato a lungo. Ma la durata del suo governo non solo non ha prodotto quella qualità cui i suoi elettori aspiravano, anzi ha costruito i motivi per cui è sempre più facile criticarlo. Questa è la causa principale che indebolisce la candidatura di Morcone: essere espressa dallo stesso sistema di potere che non ha dato buona prova di sé nell’ultima legislatura. Espressa per di più come rimedio a fallite primarie di partito e in assenza di primarie di coalizione. E’ inevitabile perciò che i cittadini di centrosinistra percepiscano come unica discontinuità positiva la candidatura De Magistris e la sua lista. Secondo tutti i sondaggi De Magistris ha maggiore possibilità di battere il candidato nel centrodestra al ballottaggio. Tutto il centrosinistra dovrebbe augurarsi che possa raggiungere l’obbiettivo. E anche il Movimento Cinque Stelle potrebbe dare una mano.

Speriamo che lunedì sera Milano e Napoli siano l’esempio praticabile di un’altra Italia.

 

20 giugno 2018

La governabilità è una cosa seria

Pancho Pardi - Liberacittadinanza
22 maggio 2018

Pancho Pardi: il "contratto " di Governo

Pancho Pardi - Liberacittadinanza
26 giugno 2018

La vittoria della Lega

Pancho Pardi - Liberacittadinanza
29 maggio 2018

Veto del Colle, chi ci guadagna?

Pancho Pardi - Liberacittadinanza

LIBERACITTADINANZA
ACIREALE

Il blog di Stefania Sarsini
I DIRITTI DEGLI ANIMALI

Preghiera degli animali all’uomo
"Massimo Villone - Regionalismo differenziato o secessione occulta?"