VITTORIA, ABBIAMO CHIUSO L'ALLEVAMENTO DEGLI ORRORI

di Franceco Ceccarelli - essereanimali.org - 22/07/2020
Vittorie come questa sono segnali tangibili che insieme ce la possiamo fare, che insieme possiamo assicurare agli animali un futuro migliore

Stefania è davvero con grande soddisfazione che ti scrivo per comunicarti una fantastica notizia: l’allevamento degli orrori di Senigallia, dove i maiali venivano allevati per la produzione di prosciutto di Parma, ha finalmente chiuso!

Come forse ricorderai, le immagini agghiaccianti filmate con una telecamera nascosta da "Marco", il nostro investigatore sotto copertura, hanno svelatodisumane atrocità e siamo riusciti a mostrarle al Tg1 e sui Tg Regionali.

Una scrofa uccisa a martellate, colpita per oltre 30 minuti; pungolo elettrico anche su scrofe gravide in evidente stato di malessere; maiali ripetutamente picchiati con tubi di ferro, presi a calci, lanciati e lavati con un’idropulitrice diretta sul muso; cumuli di cadaveri disseminati ovunque.

In quella terribile realtà Marco ha lavorato a lungo per documentare dettagliatamente i fatti e poter procedere con un'azione legale.

Come ci siamo riusciti?

Si tratta di un risultato che non sarebbe stato possibile senza l'investigazione svolta da “Marco” e alla reazione a catena che ha innescato.

Prima, la pubblicazione dell'indagine, nel settembre 2018, poi la  segnalazione alla Procura di Ancona a cui è seguita una perquisizione dei Carabinieri del Corpo Forestale. Poi la petizione e le proteste con cui abbiamo raccolto 281 mila firme per chiedere l’interdizione all’attività per i titolari dell’allevamento. E oggi, dopo aver portato a termine l'ultimo ciclo, l'azienda ha cessato definitivamente la sua attività ed è vuota!

▶︎ Guarda e condividi questo breve video che riassume la vicenda

AIUTACI A DENUNCIARE E CHIUDERE ALTRI ALLEVAMENTI!
Noi vogliamo altri risultati come questo, e tu?

Questa è una grande vittoria, che dimostra ancora una volta l'importanza delle investigazioni e del lavoro di denuncia che svolgiamo. Un lavoro che non sarebbe stato possibile senza i nostri sostenitori, senza chi dietro le quinte rende possibile ai nostri investigatori di continuare a documentare e denunciare le situazioni in cui soffrono milioni di animali.

E adesso? Molte dure indagini ci aspettano ancora, e forti di questo fantastico risultato daremo ancora di più per ottenere altre vittorie per gli animali!

Stefania per denunciare e chiudere altri allevamenti abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. 

Entro il 9 agosto abbiamo bisogno di 150 nuovi supporter per sostenere il lavoro di indagini e denunce. Vuoi essere anche tu parte di questo movimento che sta spalancando le porte di allevamenti e macelli e creando un grande cambiamento?

AIUTACI A DENUNCIARE I MALTRATTAMENTI AGLI ANIMALI

Stefania i grandi cambiamenti sociali non avvengono dall’oggi al domani e la storia insegna che servono anche molti anni perché scatti finalmente qualcosa e le cose cambino davvero. Anni in cui è necessario lavorare incessantemente.

Vittorie come questa, però, ci danno ancora più determinazione e coraggio a entrare di notte negli allevamenti, a infiltrarci come lavoratori e filmare rischiando di essere sorpresi.

Vittorie come questa sono segnali tangibili che insieme ce la possiamo fare, che insieme possiamo assicurare agli animali un futuro migliore.

Grazie per essere anche tu una voce e una forza in loro difesa!

Questo articolo parla di:

archiviato sotto: