16 elementi soddisfano i criteri specificati
Filtra i risultati.
Tipo di elemento








Nuovi elementi da



Ordina per rilevanza · Data (prima i più recenti) · alfabeticamente
Giù la testa, Co…lombo!
Decapitate e rimosse negli USA le statue di personaggi famosi accusati di razzismo
Si trova in BLOG / Blog Barbara Fois
Il respiro della ribellione
Chissà che da quella parte dell’America dove ora si inizia a parlare di riforma della polizia (mentre il sindaco di New York annuncia di voler diminuire i fondi alle forze di sicurezza per dirottarli verso servizi sociali e per la comunità) non possa nascere qualcosa di nuovo e contagioso anche per noi
Si trova in ARTICOLI / Giustizia-Legalità
PICCHIATO DAI VIGILI: "NEGRO" NUOVO SCANDALO A PARMA
Dopo il caso della prostituta fotografata a terra, la denuncia di uno studente ghanese, che mostra tumefazioni e una busta del Comune dove il suo nome è scritto accanto alla parola "negro". La Procura indaga, il Comune si difende
Si trova in Articoli Old
Sulle classi ponte - la parola ai bambini
Pubblichiamo il bellissimo lavoro di Anna Sarfatti, costituzionalista di strada nella Carovana per la Costituzione e maestra elementare. Leggi l’articolo
Si trova in Articoli Old
RIFUGIATI TRATTATI COME MERCE SCADUTA
A Cassibile (Sr), dalla fine di luglio, gruppi di somali, con regolare permesso di soggiorno per motivi umanitari, vengono mandati via dal centro d’accoglienza e lasciati al loro destino- Adesso vivono in campagna in condizioni terribili
Si trova in Articoli Old
APARTHEID ALL’ITALIANA
La nostra democrazia ha toccato il fondo: le misure disumane adottate dal governo e dalla maggioranza parlamentare riflettono il rigurgito nazifascista che trabocca dallo stomaco di un popolo che sfrutta e brucia gli stranieri
Si trova in Articoli Old
AFROITALIANI: SQUILLI DI RIVOLTA PER LA DIGNITA'
Don't you know they're talking about a revolution. It sounds like a whisper. Tracy Chapman
Si trova in Articoli Old
La seconda volta
Si trova in Articoli Old
Verona dice No alla schedatura dei Rom
Un gruppo di cittadini e cittadini ha ritenuto urgente prende posizione e scrivere una lettera aperta per rendere pubblico il sentire condiviso.
Si trova in Articoli Old
Parma, l’epoca della paura
“Disubbidendo ad alcune ordinanze del Comune, noi staremo dalla parte delle prostitute, sfruttate, schiavizzate dal racket e in più adesso a Parma anche multate. Staremo dalla parte dei senza tetto, che bivaccano dove possono e ora resi invisibili per fare bella la città del Correggio per i turisti. CLICCA QUI per leggere tutto
Si trova in Articoli Old