Piange il telefono

di Barbara Fois - Liberacittadinanza - 04/06/2010
Ancora una volta Berlusconi telefona a Ballarò, insulta e poi sbatte giù il telefono. Cosa lo ha tanto irritato? Probabilmente il sondaggio che lo vede scendere nel gradimento degli italiani al 48% e posizionarsi addirittura dietro a Fini e a Tremonti. Ma cosa c’è dietro la guerra dei sondaggi?

Arrogante come sempre, convinto di essere il padrone di tutto, Rai compresa, Berlusconi entra a gamba tesa nel corso della trasmissione Ballarò per dire la sua, insultare tutti e poi sbattere giù il telefono, senza ascoltare nemmeno le ragioni degli altri, con l’usuale maleducazione.

Ma cos’era successo di così grave? Massimo Giannini, giornalista della Repubblica, aveva ricordato come il cavaliere qualche tempo fa avesse esplicitamente detto che, vista l’eccessiva pressione fiscale, frodare il fisco era legittimo. Lui naturalmente ha negato ( ma và?!) anche in presenza di video e di audio incontrovertibili, che testimoniano come lui abbia effettivamente detto delle frasi che in realtà giustificavano l’evasione fiscale: la prima volta l’11 novembre del 2004 e la seconda il 1 aprile del 2008. Se poi si sia trattato di un “pesce d’aprile” non lo sappiamo e lui non ci ha pensato ad usarlo come scusa, ma dirla quella frase l’ha detta eccome! E non è un cittadino qualsiasi: è ( purtroppo per noi) il presidente del consiglio e se lo dice il presidente del consiglio che è legittimo frodare il fisco, come possiamo pretendere che la gente non lo faccia? Ha voglia ora di negare! Soprattutto quando è ormai noto che per lui negare sempre, anche davanti all’evidenza, è quasi un rituale imprescindibile, una consumata consuetudine.
 Ma quello che lo ha irritato fino al punto da spingerlo a telefonare è stato ben altro: la vanità frustrata è stata più forte di tutto. La vanità e la paura. Ci riferiamo al sondaggio presentato da Pagnoncelli della Ipsos, che lo dà in caduta libera al 48%, ma soprattutto dietro Fini ( al 56%) e perfino Tremonti (55%).

Così lui non ha resistito e ha telefonato non solo per sfogarsi, vomitando la sua rabbia e permettendosi di insultare il lavoro altrui, ma soprattutto per riaffermare che i suoi sondaggi lo danno al 62%. Ora, siccome ci siamo stufati di sentirgli menzionare dei sondaggi con cifre a dir poco incredibili, siamo andati a verificare un po’ chi li fa. L’agenzia di cui si serve il cavaliere è attualmente la Euromedia di Alessandra Ghisleri. La signora Ghisleri cura anche la strategia di Berlusconi ed è nel contempo la sua sondaggista: si potrà parlare di un certo conflitto di interessi? E in questo caso può forse meravigliare che i suoi dati siano sempre così favorevoli al cavaliere?

A Berlusconi i sondaggi piacciono molto: cominciò con Gianni Pilo e la sua Diakron, ai tempi di Craxi. Poi fu la volta di Luigi Crespi inventore di Hdc Datamedia  group. Il Crespi, per intenderci, è stato quello che ha inventato “il contratto con gli italiani”: e chi se lo scorda? Da Vespa a Porta a Porta... vi ricordate? Poi il Crespi nel 2005 finì in galera per bancarotta fraudolenta, trascinando nella bufera Confalonieri e Pubblitalia. Oggi ha un blog nel quale – a proposito dell’intervento a Ballarò e dei sondaggisti – scrive “tendo a credere più alla Ghisleri che ....., come tanti altri in verità, è stata tirata su in una buona scuola. La mia.” E visto che la frase sembra adombrare che la Ghisleri lavorasse prima alla  Datamedia, chissà se questo può essere un dato incoraggiante, dati i suoi precedenti... Da parte sua lo stesso Crespi  dal suo blog assegna al cavaliere  “un onesto 52%” (ma che vuol dire onesto??, mah...).Ora nell’orizzonte del cavaliere c’è comunque la Euromedia Research by Ghial Media S.r.l. ( dove Ghial è acronimo di Ghisleri Alessandra), come dicevamo prima. La signora Ghisleri è ormai per il cavaliere come il fatato miroir di Grimilde “ Specchio, specchio delle mie brame, chi è il più amato del reame?” e perché disilluderlo?

Il cavaliere si è così abituato a sondaggi molto benevoli e davanti ai dati della Ipsos è entrato in panico e si è imbestialito all’idea che qualcuno potesse mettere in dubbio il suo gradimento preso il popolo bue. Questo nonostante la stessa Ghisleri debba ammettere un calo nei consensi rispetto a un anno fa. Ma che direbbe il cavaliere se leggesse i dati resi noti dalla Demos? Questa agenzia infatti  riporta che in favore di Berlusconi  sarebbe solo il 43% degli elettori, mentre la maggioranza al governo si ferma al 46,7 %; Fini invece si attesta al 54,4% e Tremonti al 52,4%. 

Non c’è comunque bisogno dei sondaggi per sapere che il gradimento del cavaliere è in picchiata: è proprio il suo nervosismo a dirlo, meglio di qualsiasi numero.

Un nervosismo che è dovuto non solo ai numeri: tanti indizi ci dicono che c’è nella sua stessa compagine una serie di manovre per estrometterlo e lui è consapevole di essere accerchiato e risponde come una belva in gabbia. 

Fra i suoi più stretti collaboratori c’è qualcuno che ha i suoi stessi sogni di grandezza, ha imparato le sue tattiche, ma è molto più cauto e sottile di lui. Qualcuno che condivide il giudizio della sua ex moglie Veronica sul fatto che l’uomo “ è malato” e sta cercando di mandarlo a casa, perché è diventato pericoloso non solo per sé, ma per tutta la sua parte. E’diventato troppo ingombrante e destabilizzante, lui e i suoi atteggiamenti da satrapo orientale, lui e i suoi amici troppo avidi e squalificanti e allora qualcuno sta togliendo coperchi e tappi e lasciando uscire una lava fecale bollente di scandali che sta sommergendo la sua cricca di pretoriani. Altro che comunisti! Altro che toghe rosse! Altro che Fini e i suoi dissidenti, che lo combattono a viso aperto! Qui c’è dietro un ragno dal “cuore di ghiaccio”, che sta cavalcando questa crisi di consenso. Parliamo di Tremonti, naturalmente, che già nel 2008 chiedeva al premier di associarlo alla presidenza, suscitando le sue ire. Oggi è probabile che riesca a fargli le scarpe, intanto comincia a vincerlo  nei sondaggi. Come si dice : chi di sondaggio ferisce...

Barbara Fois

Qualche approfondimento:

http://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/datamedia.html
http://luigicrespi.clandestinoweb.com/2010/06/berlusconi-chiama-ballaro%e2%80%99%e2%80%a6-sui-sondaggi-meglio-la-ghisleri-che-pagnoncelli/#more-4532


29 aprile 2013

Costruiamo l'alternativa al governo Berlusconi

Giorgio Cremaschi-www.micromega.net
13 marzo 2014

Quello che non c'è

Francesco Baicchi
30 aprile 2013

La coerenza

Francesco Baicchi
Ultime notizie
Nuovo sito Liberacittadinanza 12/05/2019

Il blog di Stefania Sarsini
I DIRITTI DEGLI ANIMALI

Divieto d'accesso nei mattatoi

LIBERACITTADINANZA
ACIREALE

"Massimo Villone - Regionalismo differenziato o secessione occulta?"