Pace?

di Massimo Marnetto - 29/01/2020
Netanyahu, primo ministro d'Israele, propone la confisca di gran parte del minuscolo spazio rimasto ai palestinesi, sanando tutti gli insediamenti illegali attuati dagli israeliani

Trump vuole ridurre i Territori Palestinesi a una riserva indiana, come quelle dove i suoi avi hanno segregato da tempo i nativi più riottosi. Così, insieme a  Benjamin Netanyahu, primo ministro d'Israele, propone la confisca di gran parte del minuscolo spazio rimasto ai palestinesi, sanando tutti gli insediamenti illegali attuati dagli israeliani.

Questa prepotenza è alla base del  "Piano di pace per Due Stati", che concede Gerusalemme come capitale indivisibile d'Israele, con l'ipocrisia di affermare alla sua periferia la creazione di una Gerusalemme-bis, come capitale della Palestina. Non solo, ma è prevista la confisca della fertile Valle del Giordano bilanciata da miliardi di investimenti vari ed eventuali.

Questo è un piano di annessione, non di pace. E la forzatura servirà solo ad alzare la tensione locale - Hamas ha già convocato un "venerdì della collera"; ma anche quella internazionale, con Putin che ha già fatto capire che non starà a guardare. Servirebbe una forte presa di posizione dell'Europa, ma è troppo occupata con la questione libica. E poi la Palestina non ha nemmeno un goccio di petrolio per far indignare le sue cancellerie.
Massimo Marnetto
Palestina nel tempo.jpg

Questo articolo parla di:

27 maggio 2020

Cambiamo mira! Investiamo nella Pace, non nelle armi

Missione Oggi, Mosaico di Pace e Nigrizia
26 giugno 2020
29 luglio 2020
archiviato sotto: ,