COSA È ACCADUTO ALL'ITALIA ?

di Maurizio Sbrana - Liberacittadinanza - 12/09/2020

All'incirca una cinquantina di anni fa I'Italia aveva una delle più forti DIVISE del Mondo (la LIRA) ed era riuscita a scalare le classifiche internazionali relativamente al PIL annuo, fino a posizionarsi al QUINTO POSTO, dopo USA, Giappone, Germania e Francia, superando perfino il Regno Unito ! Nel 2019 siamo risultati al 12* posto secondo il Fondo Monetario Internazionale.

Poi accadde qualcosa di 'patologico'...
Ci fu un CAMBIAMENTO nel DNA della nostra classe dirigente. E quasi improvvisamente, tutti assieme persero il senso LOGICO delle cose!

Gradualmente I nostri Padri Costituenti furono messi da parte e si fece strada un'idea del tutto diversa della POLITICA. Non più al servizio della Comunità, ma in primis per il soddisfacimento quasi del tutto esclusivo della propria parte e dei propri Clientes.

I diversi aspetti della vita della Nazione non furono più visti tra loro strettamente interconnessi, ma a compartimenti disgregati e tali da essere usati ciascuno secondo gli interessi di un qualche Partito, o Forza Economica...

E cosí l'ISTRUZIONE fu abbandonata a se stessa, creando quel corto circuito verso il settore produttivo, che talvolta non riesce a trovare laureati per posti di lavoro possibili. E ciò a motivo di un numero carente di laureati (soprattutto in materie tecniche e scientifiche), tale da posizionarsi l'Italia agli ultimi posti in Europa. Analogamente si può notare che la percentuale di Pil investito in Ricerca e Istruzione in Italia è almeno di un buon terzo inferiore alla media degli altri Paesi dell'UNione !

UN tempo esisteva il Ministero della PROGRAMMAZIONE ECONOMICA e l'IRI (Istituto Ricostruzione Industriale). Tutto ciò annullato... e i risultati sono sotto gli occhi di tutti: non sono avvenuti per caso I DRAMMI di Alitalia, Ilva, Fiat, eccetera... E le PRIVATIZZAZIONI non hanno fatto altro che arricchire I soliti NOTI, 'Amici degli Amici'. Possiamo soltanto qui ricordare i drammatici recenti FATTI del Ponte Morandi di Genova, crollato per assoluta incuria di manutenzioni da parte di gestori disonesti !

La SANITÀ, un tempo una delle nostre Riforme più importanti e producenti riuscite, gradualmente è stata taglieggiata da una classe politica ignorante, disonesta ed incompetente che ha soltanto operato nel senso di voler optare verso una PRIVATIZZAZIONE del Settore, dietro naturalmente ottime TANGENTI...
Il giochino è riuscito perfettamente: tagli feroci di OSPEDALI e Posti letto nel Pubblico, a vantaggio delle strutture private (a pagamento ormai per almeno un terzo della Spesa nazionale). Ciò ha tra l'altro prodotto di recente il drammatico PRIMATO Italiano nella difesa dalla PANDEMIA da Coronavirus, essenzialmente dovuto ad impreparazione del Settore Sanitario soprattutto per il numero iniziale delle Terapie Intensive e degli apparati di protezione...

AMBIENTE E TERRITORIO sono stati lasciati a se STESSI e I danni sono sotto gli occhi di tutti. Tra l'altro secondo una visione economica del tutto carente: le risorse che si devono impiegare per il ripristino della situazione pregressa sono ogni volta maggiori di ciò Che si sarebbe speso ex ante...

Il POPOLO è stato praticamente DIVISO in due: CHI DEVE PAGARE le TASSE (ricordiamo la Vera e propria IDIOZIA di una Irpef pagata per oltre il 93% da Lavoratori Dipendenti e Pensionati, tassativamente alla fonte) e CHI le può agevolmente ELUDERE...
Ciò ha comportato nel tempo un danno erariale di oltre 950 miliardi di tasse non pagate, ufficialmente riconosciute, recuperabili per non piû di una trentina di miliardi (!), Ed evasioni fiscali di oltre un centinaio di miliardi annui.
È logico che questo Stato di cose produce carenza di CONSUMI da parte di coloro che devono PAGARE le tasse, con grave nocumento dell'Economia Nazionale.

Nei decenni tutto questo è avvenuto 'tranquillamente'...
E una domanda SORGE SPONTANEA: ma DOVE era nel frattempo il POPOLO ITALIANO ???

Maurizio Sbrana

Questo articolo parla di:

16 settembre 2021
7 settembre 2021
archiviato sotto: