LA STRATEGIA POLITICA DI GIUSEPPE CONTE

di Maurizio Sbrana - Liberacittadinanza - 26/07/2020
Conte ha anche affermato che "gli schemi ideologici del Novecento non sono più adeguati" e che si deve giudicare l'operato di una forza politica in base a come essa si posizioni sul rispetto dei Diritti e delle Libertà fondamentali

Dal discorso alle Camere dopo l'ultima Riunione UE a Bruxelles:
"" Possiamo ritenerci soddisfatti di un risultato positivo che non appartiene a me, al Governo o alla Maggioranza. Appartiene, e lo affermo con orgoglio, a Tutto il Paese, all'ITALIA intera "".

Anche se la 'sincerità' non rientra tra le principali doti degli Uomini politici, comunque l'ha detto, e credo che Conte non abbia voluto fare semplicemente della retorica...

Per comprendere poi le idee basilari da cui discende la Sua 'Strategia politica', si possono RICORDARE alcune dichiarazioni di Conte nel tempo.

Si è definito appartenere alla tradizione politica del cattolicesimo democratico.
Ha dichiarato di essere stato a suo tempo elettore del Centrosinistra, prima di avvicinarsi al M5Stelle.
Ha poi anche affermato che "gli schemi ideologici del Novecento non sono più adeguati" e che si deve giudicare l'operato di una forza politica in base a come essa si posizioni sul rispetto dei Diritti e delle Libertà fondamentali.
Ritengo queste idee essenziali per conseguire le necessarie SINTESI Politiche riguardo alle visioni non proprio del tutto 'omogenee' dei Partiti della Sua Maggioranza che, non dimentichiamolo, si facevano la 'guerra' fino a pochi mesi fa...

Si potrebbe sinteticamente definire un INDIPENDENTE, con tutti I limiti possibili e probabili della parola...
Credo comunque che non si sia lontani dal vero nel giudicare CONTE come un grande MEDIATORE, anche avuto riguardo al PESO INTERNAZIONALE che nel tempo ha gradualmente conseguito durante gli incontri e le estenuanti trattative a livello comunitario.

Tutto ciò comporta un ottimo livello di CONSENSO personale, da parte di un'opinione pubblica interna che non a caso risulta addirittura 'trasversale', ovvero che sembra andare 'oltre' I limiti delle diverse forze politiche, e questo dovendo poi considerare i feroci attacchi concentrici portati scientificamente al Suo Governo e alla Sua Persona.
Conte ha contro praticamente TUTTI, Giornaloni, Sistema Televisivo, Poteri forti, a partire da Confindustria, talvolta parte della Chiesa, nonchè pure alcuni personaggi della Sua stessa Maggioranza...
Fortunatamente , Conte deve avere un sistema nervoso 'superiore', tale da resistere a Tutto il CIRCO di nani e ballerine che quotidianamente studia e mette in pratica i suoi attacchi irresponsabilmente, anche avuto riguardo al drammatico momento patito dal Paese, che avrebbe invece la necessità di una sostanziale UNITÀ di intenti, come spesso chiede il Presidente Mattarella...

Maurizio Sbrana

Questo articolo parla di:

23 luglio 2020
220205 luglio
archiviato sotto: