Transizione ecologica, TRansizione digitale..., e la TRANSIZIONE POLITICA A QUANDO ?

di Maurizio Sbrana - Liberacittadinanza.it - 03/07/2021
Occorre in pochi anni strutturare le forze politiche in AGGREGAZIONI IL PIÙ OMOGENEE POSSIBILE, pena il concreto e definitivo deterioramento della nostra Democrazia. Analogamente con le strutture politiche di altri Paesi

Il PNRR nei prossimi 5 anni DOVRÀ "CAMBIARE L'ITALIA".
Se non procederemo, con il più breve tempo possibile, con le RIFORME essenziali (Ambiente e Territorio, Fisco, Giustizia, Pubblica Amministrazione in primis), il futuro del Paese sarà definitivamente segnato !

SE queste improcrastinabili Riforme (in ritardo di almeno 30 anni sul tempo in cui dovevano essere fatte ...) non verranno messe in atto, la struttura della nostra Società non reggerà, e la mole del Debito Pubblico ci sotterrerà. Ciò non deriva da visioni pessimiste, ma semplicemente dalla MATEMATICA !

Ma un'ALTRA TRANSIZIONE, non meno difficile, né meno importante, interpella l'ITALIA.
LA TRANSIZIONE POLITICA...

Un grande Paese come il nostro non può continuare a sopportare una classe politica contraddistinta da visioni inconsistenti, arroganti e ... 'padronali' !

Occorre in pochi anni strutturare le forze politiche in AGGREGAZIONI IL PIÙ OMOGENEE POSSIBILE, pena il concreto e definitivo deterioramento della nostra Democrazia. Analogamente con le strutture politiche di altri Paesi.

A Destra occorre chiarire i confini delle alleanze, essenzialmente con la creazione di due grandi contenitori, uno più moderato (probabilmente accorpando Forza Italia con le sue piccole attuali propaggini di Centro e Italia Viva, che ormai sempre più spesso si riconosce consona alle idee berlusconiane e un altro piú integralista e quasi sempre ancora antieuropeo (Lega e Fratelli d'Italia).

Analogamente dovranno unificarsi FINALMENTE le plurime 'anime' della Sinistra, che storicamente non sono Mai state in grado di farlo (a parte i brevi periodi prodiani, peraltro durati lo spazio di un mattino!), federandosi al Centro con il Movimento 5 Stelle, costituendo un POLO RIFORMISTA.
Questo dovrebbe accadere nel breve volgere di pochi anni.

Se soltanto il ceto politico Italiano avesse veramente a cuore il FUTURO DELLA NAZIONE !

Anche SE ancora in questi giorni dobbiamo assistere a scontri interni ai Partiti Che non lasciano presagire possibili ottimismi...
Speriamo in una maggiore responsabilità da parte di tutti !

Maurizio Sbrana

Questo articolo parla di:

20 sttembre 2021
21 settembre 2021
23 settembre 2021
archiviato sotto: