LA VERGOGNA DELL’ITALIA !

di Umberto Franchi - 14/09/2021
TARIFFE, PENSIONI, SALARI - LA VERGOGNA DELL’ITALIA E’ QUESTA:
- Il Ministro della “transizione ecologica” Cingolani, ci ha detto che lo scorso trimestre è aumentata la bolletta della luce del 20% e che nel prossimo trimestre le bollette del gas aumenteranno del 40%... sostenendo che ciò è dovuto a causa del fatto che il prezzo del gas è aumentato a livello internazionale in virtù della ripresa economica e dal fatto che è aumentato anche il prezzo del CO2 prodotto;
- IL MINSITRO CINCOLANI INVECE NON HA DETTO CHE:
a) Sono aumentate anche tutte altre tariffe : acqua, telefono, spazzatura, spese postali, tutti i prezzi di generi alimentari e quelli essenziali per vivere;
b) Non ha detto che in Italia ABBIAMO IL 50% dei pensionati con una pensione inferiore ai 1000 euro al mese con 1.200.000 di loro al minimo e ben 500.000 pensionati con 254 euro mensili...e devono vivere con quella pensione, mentre un altro 30% ha una pensione tra i 1000 ed i 1400 euro mensili;
c) Cingolani non ha detto che la rivalutazione delle pensioni in base al costo della vita furono bloccate dalla legge Fornero con una rimessa media di 4.500 euro recuperato solo il 10% di essa dopo una sentenza del TAR;
d) Non ha detto che vi sono circa 300.000 pensionati che erano a carico del coniuge in quanto avevano una pensione inferiore ai 2.800 euro l'anno ed il coniuge aveva diritto a 50 euro di detrazioni mensili che sono spariti a causa della 14 mensilità voluta da Renzi, con il risultato che in famiglia prima percepivano detrazioni pari a 650 l’anno mentre la 14° ammonta a 500 euro l’anno con una rimessa di 150 ero... ma nessuno ha aggiornato la quota massima per avere diritto alle detrazioni rimasta par a 5 milioni di lire fatta nella riforma Brodolini nel lontano 1969;
e) Cingolani non ha detto che in Italia ci sono 7 milioni di lavoratori che percepiscono paghe di fame inferiori ai 5 euro lordi l’ora;
f) Cingolani non ha detto che in Italia il 55% di tutta la ricchezza è nelle mani del 10% della popolazione più ricca, mentre un 20% di popolazione se la deve cavare con 0,7% di tutte le risorse esistenti (sic);
g) Cingolani non ha detto che gli unici a pagare tutte le tasse sono i lavoratori dipendenti ed i pensionati... mentre i ricchi evadono ,mettono le loro risorse nei paradisi fiscali ed esportano i capitali sporchi “in odore di mafia” da riciclare all’estero;
h) Cingolani non ha detto che i “padroni” pur di sfruttare al massimo i propri dipendenti non fanno investimenti sulla prevenzione, sulla formazione ed informazione, e li obbligano a lavorare con ritmi sempre più veloci, per “salar i di merda” con una media di 3 morti al giorno .
INSOMMA LA VERA VERGOGNA DELL’ITALIA STA NEL FATTO CHE NE CINGOLANI E NEMMENO IL GOVERNO DRAGHI VOGLIONO AFFRONTARE DANDO RISPOSTE POSITIVE :
1) L’AUMENTO DELLE PENSIONI MEDIO/BASSE;
2) L’AUMENTO DEI SALARI ED UN SALARIO MINIMO DI ALMENO 9 EURO NETTI ORARI;
3) LA RIDUZIONE DELLE TASSE AI LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI;
4) L’ISTITUZIONE DI UNA PATRIMONIALE A QUEL 10% DI ITALIANI RICCHI CHE DETENGONO IL 55% DI TUTTA LA RICCHEZZA ESISTENTE DESTINANDO LE RISORSE ALLA RIDUZIONE DEGLI ORARI A PARITA’ DI SALARIO ;
5) UN PIANO DI INTERVENTI FINALIZZATI ALLA SICUREZZA E PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO;
6) UN PIANO DI INTERVENTI TESI A BLOCCARE TUTTE LE TARIFFE ED I PREZZI .
CHE DIRE ? SEGUIAMO LA PROPOSTA DEI LAVORATORI DELLA GKN . INSORGIAMO !!!
Umberto Franchi - già Dirigente CGIL 14 settembre 2021

Questo articolo parla di:

15 ottobre 2021
18 ottobre 2021
14 ottobre 2021
archiviato sotto: ,