E ORA CHE SI FA ? ...

di Maurizio Sbrana - Liberacittadinanza - 27/05/2019
In nemmeno 15 mesi il popolo ha stravolto ciò che aveva deciso alle Politiche del 4 marzo 2018

Il Popolo ha parlato!
In nemmeno 15 mesi ha stravolto ciò che aveva deciso alle Politiche del 4 marzo 2018.
Ha stravinto la LEGA, raddoppiando i propri voti.
Ha straperso il M5S, dimezzando i suoi suffragi.

(Ed hanno perso pure tutti quei 'gruppuscoli' che si erano arrogantemente proposti isolatamente, senza considerare che era praticamente impossibile superare la soglia del 4% per poter entrare nel Parlamento europeo).

Il Governo giallo-verde è passato dal 50% del 4 marzo al 51% di ieri..., ma con un terremoto politico!

Cosa può succedere ora?
Dobbiamo pensare che oltre la Politica, esiste anche un 'convitato di pietra'.
Si chiama "MERCATI" ...
Vedremo come la prendono i mercati!

Il problema resta la prossima Legge di Bilancio per il 2020.
Si parte da un macigno di 23 miliardi soltanto per disinnescare le cd. Clausole di salvaguardia (IVA).
Poi ci saranno da trovare risorse per altre spese incomprimibili (per altri 7 miliardi al minimo).

Non vogliamo parlare del costo di una eventuale FLAT TAX, che potrebbe costare altre decine di miliardi di euro, secondo almeno l'idea che ne ha la Lega...
È più che evidente che il combinato-disposto di tutte queste misure (REALI !) avranno un impatto sconvolgente nel confronto con la nuova Commissione della UE, che non potrà discostarsi di molto dalla precedente.

Occorrerà molta MODERAZIONE, senza voler ottenere tutto il 'cambiamento' che ha in mente soprattutto la Lega...
Perchè la matematica finanziaria NON è una variabile indipendente.
Le RISORSE il Paese le ha. Bisogna però volerle utilizzare secondo logica ed equità.
Vedremo come si potrà evolvere la situazione...

Maurizio Sbrana

Questo articolo parla di:

archiviato sotto: ,
"Don Ciotti sul Decreto Sicurezza Bis"

LIBERACITTADINANZA
ACIREALE

Il blog di Stefania Sarsini
I DIRITTI DEGLI ANIMALI

Preghiera degli animali all’uomo
"Massimo Villone - Regionalismo differenziato o secessione occulta?"