PERCHE’ VOTO "TOSCANA A SINISTRA" ?

di Umberto Franchi - 14/08/2020
PERCHE’ LA SCEMA DEL VILLAGGIO DI CASCINA, POTREBBE VINCERE LE ELEZIONI IN TOSCANA ?
Se vi capita di ascoltare la candidata di Salvini alla Presidenza della Regione Toscana Susana Ceccardi, ascoltatela con attenzione e vi accorgerete che lei non parla mai  delle politiche economiche, regionali e territoriali della Lega, non dirà mai quale sviluppo si prefigge, quali politiche sociali quale salvaguardia dell’ambiente... ne tantomeno che la lega  vuole ridurre le tasse ai ricchi con la FLAT TAX, il condono fiscale a tutti gli evasori, ecc...
Tutto il suo inconsistente “acume” lo traduce in slolgan,  riprendendo frasi da essa già pronunciate nel passato come :
  • noi siamo dalla parte dei più deboli e prenderemo i voti alla sinistra ;
  • Gli immigrati sono la rovina degli Italiani perché ci invadono rubano il nostro lavoro... e loro sono pericolosi perché ci portano il Covid e altre malattie... essi sono peggio delle scimmie perché sbarcano sulle nostre coste, le scimmie no;
  • I medici del Sud devono guadagnare meno perché non sono bravi come quelli del nord e quando operano  lasciano le forbici nella pancia ;
  • Strizza l’occhio ai fascisti dicendo che oggi non ha più senso essere antifascisti;
  • Le manifestazioni contro la violenza sulle donne sono sbagliate, perché la violenza è parte della natura e le fanno solo i comunisti, ecc... ecc...
Ora, siamo in presenza di un pezzo di Italia, vive una notte profonda ed anche quel poco di luce rimasta, è filtrata da una letargia che entra nell’anima… 
La realtà sta nel fatto che da oltre 30 anni , la maggioranza del popolo ha   subito la controrivoluzione liberal liberista iniziata dopo la storica sconfitta degli operai alla FIAT nell’ottobre del 1980,con il riflusso...  proseguita con Berlusconi  ed il dopo  berlusconismo, con Monti, Renzi & C: … ,
Una realtà che ha portato  il movimento operaio a perdere  la guerra “”nella lotta di classe” ... con il PCI imploso e sciolto alla Bolognina … con la sinistra spezzettata che ha  svolto sostanzialmente il ruolo  di gestione delle scelte fatte dal Capitale e di becchini del proletariato sconfitto... con un PD  sempre più spostato verso il centro che (di fatto)  ha   adottato l’ideologia neoliberale, abbandonando la rappresentanza delle classi subalterne per assumere quella della piccola borghesia proprietaria e anche  della grande   borghesia transnazionale , con il M5S che pur essendo più a sinistra del PD, non viene più percepito come “centro di un movimento per il  cambiamento” .
Con un continuo lungo martellamento ideologico, effettuato da un vasto ceto di propagandisti ad iniziare dalla Confindustria, economisti ben pagati, mass-media,  assieme alle forze politiche di centro-destra e di centro-sinistra, che  è servito per fare delle “riforme” economiche e sociali, che in realtà sono state controriforme , mettendo al centro la validità del “libero mercato” nella globalizzazione mondiale, fino a costruire un regime fondato sul liberismo , spostando immense ricchezze dai ceto medio bassi ai ceti più ricchi, con il 10% di popolazione che detiene il 55% di tutta la ricchezza presente nel nostro Paese.
Ora, in questo contesto siamo in presenza di un pezzo di Italia, (circa il 50%) che vive una notte profonda , con una parte di popolazione  incarognita, non più capace di ragionare su un progetto “alto di cambiamento”  ma che mette   al centro  delle   proprie paure il livore contro  chi governa , e lo fa  indipendentemente dal merito delle cose fatte..., anzi  ogni  propria difficoltà viene imputata al governo (come la CIG non riscossa da una piccola minoranza ) e  viene ingigantita...
Oggi, Chi in Toscana voterà  la Ceccardi , lo farà (a maggioranza)   pensando di votare la Lega per cambiare anche a livello di governo del Paese... e non    non vuol parlare dei 49 milioni rubati dalla Lega , o del condono fiscale ai ricchi, o della riduzione delle tasse ai ricchi, o della costruzione degli inceneritori perseguita dalla Lega...  perché pensa che il tutto  sia creato ad arte  “da chi comanda” per non fare andare al potere la lega e la destra.
Siamo quindi in presenza  anche di una forte regressione culturale che mette al centro     l’egoismo e l’individualismo umano... come già detto :  anche quel poco di luce rimasta, è filtrata da una letargia che entra nell’anima… 
Ma allora perché in questo contesto credo che sia giusto votare per “Toscana a Sinistra”  per Fattori Presidente e non la lista del PD di Giani? O altre liste civiche satelliti?

 Perché il PD , che già con Rossi (che è molto meglio di Giani) vacillava , con la scelta di Giani , nella sostanza ribadisce  che ha  accantonato ogni volontà  sostanziale di cambiamento economico e sociale del sistema capitalista,  concentrarsi sulle rivendicazioni dei diritti individuali , quelli civili e delle minoranze sessuali, etniche o di altro genere.
Ora, a me sembra   che una reale alternativa alla realtà presente ed al rischio del governo alle destre, passi attraverso un progetto di società alternativo , ridando un preciso ruolo  alle aziende pubbliche dello stato, ai beni pubblici e servizi pubblici, che sono stati svenduti a grandi capitalisti privatizzandole, con grave danno per i cittadini che devono pagare di più per ottenere servizi peggiori come nelle ferrovie , luce, gas, acqua, ecc…;
Credo ce il dopo COVID, dovrà vedere  una sanità pubblica che torni alle origini della legge n. 833 del 1978 funzionale al bene fondamentale della cura e prevenzione della salute , ma non del profitto ;
Credo che debba essere sviluppata una battaglia sulle pensioni con un ruolo anche  delle regioni per abolire le pensioni di fame ed incrementarle di almeno il 30%, la vergogna di essere costretti ad andare in pensioni ad oltre 67 anni;
Credo che con un ruolo preciso delle regioni per ridurre la  disoccupazione anche con una forte riduzione degli orari di lavoro a parità di salario;
Credo che vada abolita la vergogna degli oltre 1.000 morti sul lavoro  , ca causa della di una organizzazione del lavoro aziendale finalizzata alla ricerca del massimo sfruttamento dell’uomo e senza investimenti adeguati in merito alla formazione, informazione, addestramento dei lavoratori e per la mancanza di investimenti tecnologici sugli impianti al fine di prevenire possibili incidenti;
Credo che vada abolito Il lavoro è stato frantumato, delocalizzato, precarizzato, flessibilizzato , con gravi ricadute sulla qualità del lavoro, dei prodotti, e della vita di chi ha un lavoro  ed ancora peggio per chi lo ha perso... e ripristinato l’art, 18 dello Statuto a favore di tutti i lavoratori compreso quelli delle piccole aziende  ;
Credo che I salari che sono tra i più bassi in Europa , debbano essere incrementati di almeno il 30% .
Quindi , oggi , non è più il tempo delle scelte fondate sul meno peggio ... quelle di votare Giani per il rischio delle destre al governo... la destra si combatte con un preciso programma di cambiamento da sostenere a livello generale ed articolato .. anche a rischio che essa vada a governare... perché la battaglia per il cambiamento sarà lunga... ed . è solo così che   le tradizionali identità sociali popolari possono riprendere consistenza e autoconsapevolezza, ritrovando nella sinistra il loro punto naturale di approdo .
Umberto Franchi

Questo articolo parla di:

20 sttembre 2021
21 settembre 2021
23 settembre 2021
archiviato sotto: